Troise: "Consapevoli di potercela giocare contro tutti!"

31.10.2020 17:11 di Tutto Mantova   Vedi letture
© foto di TuttoMantova.it
Troise: "Consapevoli di potercela giocare contro tutti!"

Le principali dichiarazioni dell'allenatore biancorosso Emanuele Troise, rilasciate alla vigilia di Mantova-Imolese, 8a giornata della Serie C 2020/21.. Pressioni particolari? Siamo ancora all’inizio, stiamo vivendo una fase di costruzione ed è sotto gli occhi di tutti il fatto che ci siamo partite molto equilibrate, ora dobbiamo solo concentrarci sull'appuntamento di domani.Dobbiamo far leva sull'entusiasmo che ci hanno portato questi due successi consecutivi. Abbiamo la giusta consapevolezza e autostima di potercela giocare con tutti. Se temiamo più le assenze o l'avversario? Non dobbiamo temere né noi stessi né l’avversario. Dobbiamo concentrarci sulle cose da fare, domani ci aspetta una partita molto importante. Ripartiamo da zero prima di ogni partita. Siamo chiamati un’altra prestazione importante per conquistare i punti. Come possiamo cambiare domani? Considerando le assenze di questa settimana, abbiamo lavorato molto su più sistemi di gioco, che possono certamente variare, ma quello che conta di più è l’interpretazione della gara e l’atteggiamento che metteremo in campo. L’importanza del prossimo match? Non dobbiamo andare troppo in là con i calcoli, concentrandoci sul prossimo impegno e sfruttando al massimo il fattore campo. I ragazzi stanno bene, il gruppo è in crescita, chi scenderà in campo sono sicuro che darà il massimo. Soddisfatto del lavoro fatto fin qui? Sì, sono molto contento. Abbiamo cominciato con qualche difficoltà, considerando il ritardo con il quale è iniziato il campionato. Alleno un gruppo straordinario, pieno di valori, con un grande senso di appartenenza verso il club. Anche gli ultimi arrivi si sono inseriti molto bene. Ci sono ancora tanti margini di miglioramento, dobbiamo alzare sempre l’asticella ed essere consapevoli che possiamo migliorare di settimana in settimana. Che avversario è l’Imolese? È un avversario complicato, hanno costruito una squadra frutto di un mix di giovani molto validi affiancati da giocatori esperti e di categoria. Una squadra che riesce a mettere in campo qualità, quantità, equilibrio. Quindi rispetto per loro, per il loro tecnico, e in generale per una squadra che in queste sette gare ha espresso buone prestazioni. Difficile lavorare in questo periodo storico? Non è semplice per noi, come per chiunque. La soglia dell’attenzione è molto alta, -conclude il mister come riportato dal sito ufficiale del club biancorosso-  si pensa a lavorare giorno per giorno. Mi auguro che la situazione migliori per tutti, sia dentro che fuori il mondo del calcio.