Triestina, Bordin battesimo di fuoco a Mantova per nuovo mister

07.02.2024 12:00 di Tutto Mantova   vedi letture
Triestina, Bordin battesimo di fuoco a Mantova per nuovo mister
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Inizia ufficialmente l'avventura di Roberto Bordin come nuovo tecnico della Triestina dopo il sorprendente esonero di Attilio Tesser. Ecco uno stralcio delle dichiarazioni dell'ex commissario tecnico della Moldavia riportate da TrivenetoGoal.it e come si legge anche su TMW: “La squadra è forte e deve ritrovare serenità, di questo ne sono fermamente convinto. Il primo approccio è stato quello di creare un rapporto con i giocatori, tastandone gli umori coinvolgendoli e spronandoli. Ci vorrà un po’ di tempo per adattarsi a un altro modo di lavorare, ma la situazione non è grave, l’obiettivo più credibile al momento è il secondo posto e poi staremo a vedere, nel calcio si può mai dare nulla per scontato. Sono contento di essere tornato a Trieste per la terza volta, conosco l’ambiente e questo potrà sicuramente aiutarmi. Dobbiamo stare uniti, solo così si possono raggiungere obiettivi importanti. Siamo fiduciosi, qualche inciampo può capitare ma la Triestina ha saputo viaggiare forte. Ricreando l’entusiasmo tutti insieme possiamo tornare a correre. Aver guidato la Moldavia mi ha permesso di fare esperienza, allenando molti giocatori stranieri e approcciando una mentalità diversa, anche a livello dirigenziale. Mi sono trovato bene ma questa è un’occasione da prendere al volo in una piazza che conosco, anche se dispiace non poter giocare nel nostro stadio”. 

 

Venerdì c’è già un battesimo di fuoco. “Difficile intervenire adesso, anche se qualche accorgimento lo abbiamo iniziato a provare. Ci vorrà soprattutto una scossa a livello nervoso, voglio vedere una squadra pronta”.

Le pressioni, secondo Bordin, “Sono belle perché significa avere obiettivi importanti. Ora la squadra deve reagire e lasciarsi alle spalle il momento difficile. La squadra è stata impostata in un certo modo, ma ci sono giocatori in grado di adattarsi a diversi moduli. In questi anni ho cambiato molti sistemi, anche a gara in corso. A Mantova la difesa sarà contata, visto l’infortunio capitato a Struna, ma in generale vedremo le situazioni in ogni partita e da lì sarà decisa la formazione”.

Seguici su Facebook

SOSTIENI LA NOSTRA INFORMAZIONE

Per contattare la redazione e per la tua pubblicità su questo sito: redazione@tuttomantova.it