Carpi, Signorelli: "Mai pensato di lasciare il club emiliano"

03.10.2020 09:27 di Tutto Mantova   Vedi letture
Carpi, Signorelli: "Mai pensato di lasciare il club emiliano"

Il direttore sportivo e responsabile dell'area tecnica del Carpi, Elio Signorelli, smentisce le voci di un suo possibile addio al club emiliano e lo fa pubblicando una dichiarazioni ufficiale attraverso il sito della società biancorossa, come riportato anche dai colleghi di TuttoC.com: "Rimango stupito ma a questo punto non colpito da quanto mi è stato riportato e successivamente fatto leggere dai miei collaboratori. Sono arrivato in questa piazza con la voglia di massimizzare, ove possibile, le cessioni di giocatori non trattenibili al fine di preservare e consolidare il patrimonio in capo alla nuova proprietà ed al contempo varare un nuovo progetto tecnico basato sulla ricerca e valorizzazione di giovani talenti da consegnare a un tecnico capace e preparato. Non ho mai pensato, né ritenuto, di dover rassegnare le mie dimissioni dato lo stato embrionale del mio percorso in questa società e la quantità di lavoro che richiede soddisfacimento in tempi celeri. Ci tengo a precisare che da parte di nessun quadro e di nessun socio mi è ancora né mai stata fatta pervenire una richiesta implicita o esplicita di revoca delle mie cariche, né messo in discussione la mia autorità ed autonomia decisionale. Io ed il Presidente Simone Morelli, anch’egli coinvolto in spiacevoli indiscrezioni similari nelle giornate precedenti, non abbiamo intenzione di mollare. Al contrario, siamo costantemente, ed in maniera facilmente testimoniabile e verificabile, al lavoro fra la sede societaria sita in via Abetone ed il campo sportivo al fianco di staff e atleti. La situazione attuale impone risolutezza e rapida concertazione di strategie, cosa che attualmente manca. Il mio auspicio, considerando le mie deleghe e responsabilità, è che cessi l’immissione capziosa di notizie false e tendenziose, che minano la stabilità e la credibilità dell’assetto generale e che possa essere ritrovata una forte unità di intenti nella società al fine di condurre il Carpi FC 1909 fuori da ogni situazione di esposizione e/o rischio, ricominciando a far parlare solamente fattori legati al rendimento ed ai bilanci sportivi".