Mantova, Troise sotto processo: mister unico colpevole?

24.02.2021 13:56 di Tutto Mantova   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Mantova, Troise sotto processo: mister unico colpevole?
Il popolo biancorosso ha già individuato il responsabile dei cattivi risultati del Mantova da un mese a questa parte: Emanuele Troise. Basta dare un’occhiata ai social network o scambiare quattro chiacchiere con i tifosi che ogni giorno assistono agli allenamenti sul Centrale Te. E che l’allenatore spesso evita uscendo dal cancello che dà sul Laterale, anzichè da quello principale. Comportamenti che – ci permettiamo l’inciso – non contribuiscono ad accrescere l’empatia con la piazza. Ma ognuno ha il proprio carattere, e comunque non è questo il punto. Il punto è che il Mantova si è smarrito e nel girone di ritorno esibisce numeri miseri. Per tutti parlano i soli 2 punti conquistati nelle ultime 6 partite. Ma anche i 3 gol fatti a fronte dei 15 subiti nelle suddette 6 gare. Il primo a rispondere di questa situazione non può che essere l’allenatore - scrivono i colleghi de La Voce di Mantova nel loro approfondimento dal quale pubblichiamo qualche estratto -. Del resto, la prima scommessa era proprio lui: Emanuele Troise. Allenatore celebrato e vincente a livello giovanile, preparato e meticoloso, ma pur sempre alla prima esperienza alla guida di una prima squadra. Che stia accusando difficoltà a gestire questa fase, senza dubbio la più delicata da inizio stagione, è evidente a tutti. Proprio per questo andrebbe sostenuto a 360 gradi. Innanzitutto dai vertici della società, il cui silenzio di questi giorni va letto come fiducia a tempo, della serie “o si cambia marcia o qualcosa succederà”. Ma a Troise serve anche il sostegno dello spogliatoio. Dopo aver assistito all’orrenda partita col Fano, è inevitabile chiedersi se i giocatori stiano seguendo l’allenatore, se siano ancora dalla sua parte oppure no. Forse è questo il dilemma principale, il tema chiave da cui partire. Alla squadra il compito di confermare o smentire quelle che al momento sono semplici insinuazioni. Il dibattito si sposta sul campo. Sabato a Imola la sentenza di primo grado.