Mantova, i tifosi attendono novità per tornare allo stadio

04.09.2020 13:44 di Tutto Mantova   Vedi letture
© foto di Matteo Bursi
Mantova, i tifosi attendono novità per tornare allo stadio
Tra le incognite di questo inizio stagione di Serie C, oltre alla questione gironi e calendario, come sottolineano i colleghi de La Voce di Mantova, c’è il problema degli stadi e del pubblico. I tifosi al momento non sanno se, quando e come potranno tornare ad assistere alle partite dal vivo. L’ultimo Dpcm, datato 7 agosto, consentiva la partecipazione del pubblico agli eventi sportivi “di minore entità” che non superassero il numero massimo di 1.000 spettatori per gli stadi all’aperto. Ma le partite di Lega Pro non vengono considerate “di minore entità”, quindi nel nostro caso gli stadi restano inaccessibili al pubblico. A meno che non sia la Regione a muoversi, su sollecitazione del club. È il caso della Juventus, che ha chiesto di poter disputare le partite casalinghe a porte aperte (e la richiesta è stata inviata dalla Regione Piemonte al Ministero della Salute). La Triestina, giusto per citare un club di Serie C, ha ottenuto di riaprire parzialmente le porte dello stadio Rocco per l’amichevole di domenica prossima con il Koper. Qualche amichevole recente ha già visto la presenza di un numero limitato di tifosi sugli spalti. Insomma, da un lato c’è voglia di tornare alla normalità; dall’altro regna ancora la prudenza, legittimata da un virus tuttora minaccioso. Tante società, dalla A alla C, hanno dato notizia nei giorni scorsi di giocatori contagiati e costretti all’isolamento: l’allerta rimane altissima. Dal Mantova non giungono comunicazioni su eventuali aperture al pubblico. In viale Te stanno evidentemente monitorando la situazione, ma difficilmente forzeranno i tempi. Non a caso l’unica amichevole fin qui fissata, quella del 18 settembre a Cittadella, si disputerà a porte chiuse e nemmeno è stata annunciata dall’Acm. Ovviamente impossibile, in questo scenario, sbilanciarsi su come e quando potrà mai aprirsi una campagna abbonamenti. Al momento non risulta nemmeno un piano per la trasmissione delle partite in streaming, da parte della Lega Pro. La speranza dei tifosi è che qualcosa si sblocchi a breve.