Mantova Story: "Finale al Martelli, i biancorossi battono la Juventus 1-0!"

12.08.2021 13:17 di Tutto Mantova   vedi letture
Mantova Story: "Finale al Martelli, i biancorossi battono la Juventus 1-0!"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Bursi

Cronaca di una partita memorabile che molti a Mantova, nonostante il tanto tempo passato, non hanno ancora dimenticato e non ci pensano nemmeno a farlo. A mantenere fresco quel ricordo ci pensiamo noi, con questo articolo dedicato a una grande impresa del Mantova.

Cenni storici. A quel tempo la squadra bianconera era allenata dal francese Didier Deschamps, impegnato a portare avanti la vecchia signora in un campionato di Serie B che sembrava non avere nessun intoppo: in seconda divisione italiana, la Juve arrivava a questa partita da imbattuta per ben 45 incontri. Nessuna sorpresa, quindi, per mister Deschamps e anche pochi gol nella rete di Gianluigi Buffon. Per la Juventus, tutto liscio come l’olio... o quasi.

La Juve interrompe una striscia positiva che sembrava non finire mai, ma finisce proprio a Mantova, proprio quando i bianconeri avevano appena raggiunto la vetta della classifica di Serie B. Pausa natalizia, famiglie riunite per una partita a tombola e il tempo passa tra una cartella e una cinquina (non c’erano ancora i siti di bingo online che ora permettono a tutti di giocare e divertirsi con bingo e lotto ogni giorno dell’anno). Il tempo di una fetta di panettone e al ritorno in campo, per il primo impegno del 2007, Buffon e compagni trovano la strada sbarrata dal Mantova.

Alla diciottesima partita di quel campionato di Serie B 2006/07 rimasto storico, per la Juventus c’era proprio il Mantova. In maglia bianconera c’era anche un certo Alex Del Piero, che proprio quel giorno si era messo in testa di provare a segnare in rovesciata da fuori area.

Tutto sembrava scritto, ma mai fare i conti senza il Mantova: in tabellino, alla diciottesima giornata del campionato 2006/07, contro il Mantova la Juventus ci ha sbattuto il muso. Troppo giovani per ricordare quella partita? Nessun problema, ora vi raccontiamo tutto. Riviviamo insieme quella storica giornata.

La squadra di casa. Di Carlo si schiera con il consueto modulo a due punte. Novità Godeas, di cui parleremo più avanti, nuovo rinforzo del club del presidente Lori schierato in campo dal 1'. Al suo fianco la "spalla" Bernacci. Brivio; Sacchetti, Notari, Cristante, Mezzanotti; Sommese, Grauso, Doga, Caridi ; Bernacci, Godeas.

La formazione ospite. Per la Juve Buffon in porta, in difesa Birindelli, Zebina, Kovac e Balzaretti, centrocampo con Marchisio, Piccolo, Paro, Del Piero in versione trequartista dietro a Zalayeta e Trezeguet.

Osservato speciale dei tifosi del Martelli e della difesa mantovana per le sue puntate in attacco, in quella stagione la Juve contava sulle gesta di Robert Kovac, giocatore che ha vestito anche la maglia del Bayern Monaco e poteva vantare cinquanta presenze con la sua nazionale, la Croazia: un curriculum calcistico di tutto rispetto con tanti gol segnati, ma a Robert forse mancava l’autogol della vita, quello che non si dimentica e non ti fa dormire. Kovac decide suo malgrado di rompere le uova nel paniere juventino e mette la palla nella propria rete, per autoinfliggere una prima sconfitta in Serie B alla Juventus. Kovac segna e, manco a dirlo, a momenti il Martelli viene giù. 15mila tifosi impazziti di gioia. Bernacci, al settimo minuto del secondo tempo, diventa l’eroe di giornata ma poi il gol viene definitivamente assegnato al povero Kovac.

La Juve prova a riprenderla in tutte le maniere, ma non ci riesce, l’arbitro Giannoccaro di Lecce fischia tre volte e sancisce il risultato finale. Finisce 1-0, Mantova-Juventus 1-0. In Serie B. Difficile a dirlo, figuratevi a scriverlo, ma è la pura verità.

Contro quella Juve il Mantova di Di Carlo gioca una partita grintosa, ordinata ma intensa. Il mister in quell’occasione ha il coraggio di schierare, per la prima volta, quel Denis Godeas che poi rete dopo rete arrivò a entrare tra i primi dieci marcatori del Mantova. La compagine biancorossa stava vivendo un momento d’oro: giocatori in gamba, un mister capace e ambizioso, una società che si era data l’obiettivo di arrivare in Serie A nonostante l’anomala presenza in cadetteria di Juventus, Napoli e Genoa.

Restiamo in partita: prima sconfitta stagionale, prima in Serie B, per la blasonata vecchia signora. Resta consegnata agli almanacchi una giornata storica per il calcio biancorosso. E’ vero che il Mantova aveva già battuto una volta la Juve, nel 1965: ogni tanto capita che anche le statistiche si divertono a metterci lo zampino, quell’anno infatti la Juve perse ben due volte al Martelli. A marzo del 2007 anche il Brescia riesce a sconfiggere i bianconeri nella città di Virgilio. Ma quella, come dicono in televisione, è un’altra storia.