Mantova, grande evento di boxe per il "Memorial Lasagna"

29.11.2022 09:10 di Tutto Mantova   vedi letture
Mantova, grande evento di boxe per il "Memorial Lasagna"
© foto di PHOTO LIVE ITALY

Grande serata di pugilato venerdì alla Boni, con l’ottava edizione del ‘Memorial Attilio Lasagna’ che ha regalato intense emozioni al folto pubblico che ha gremito il bordoring del palasport di Valletta Valsecchi. Tutti i pugili saliti sul quadrato hanno onorato al meglio la memoria di Lasagna e lo spirito della ’noble art’, dai dilettanti mantovani che hanno aperto la manifestazione ai professionisti che si sono disputati nei ‘main event’ finali il Titolo Italiano dei pesi mosca e il Titolo dell’Unione Europea dei pesi gallo. Grande soddisfazione da parte degli organizzatori: la Boxe Mantova del maestro Bruno Falavigna insieme a Francesco Ventura, alla Promo Boxe Italia e con il sostegno del Comune di Mantova. Partendo dall’inizio, altra ottima prova del 73kg della Boxe Mantova Rei Gabrieli, che ha pareggiato contro il vicentino Marchesi mostrando nuovamente doti importanti di coraggio e aggressività che potranno fare di lui un buon pugile. Rei ha pagato un calo di intensità nella seconda parte del match contro il più alto e lineare avversario. Sfortunato il 63,5kg della Mantova Ring Nicholas Froldi, che ha replicato colpo su colpo al forte comasco Belletti prima di essere sorpreso da un fulmineo gancio sinistro nel corso del secondo round. Una vittoria ed una sconfitta per i due atleti della Southpaw Viadana: convincente affermazione per il 70kg Tassa Iahcem contro il bergamasco Nasufi, mentre il 63,5kg Chander Harmanpreet si è arreso ai punti al bergamasco Helali.

 

Passando ai professionisti, la spettacolare battaglia sui sei round tra i supermedi Andrea Aroni (Sassari) e Domenico Bentivogli (Ferrara) ha iniziato a scaldare l’atmosfera, con vittoria del sardo ai punti. Breve ma intensa la sfida per il vacante Titolo Italiano dei pesi mosca: il milanese Samir El Kadimi ha imposto al match un ritmo subito altissimo, che il napoletano Tommaso Melito ha retto a fatica nel primo round, prima di capitolare nel secondo. Grande festa per El Kadimi e il suo numeroso seguito, delusione per l’atleta del procuratore Ventura, che vede sfumare per la seconda volta in carriera la cintura tricolore. Grande equilibrio, livello tecnico ed intensità nell’incontro finale con in palio la cintura Ue dei gallo, tra il campano Vincenzo Picardi ed il sardo Cristian Zara, che hanno dato vita a dodici riprese di altissimo livello. Il bronzo olimpico di Pechino 2008 Picardi ha cercato sempre di attaccare, con Zara abile a farsi rispettare colpendo di rimessa. Riprese tutte sul filo di lana, con i giudici che all’unanimità hanno premiato di stretta misura (115-114, 115-114 e 115-113 i cartellini) la maggior intraprendenza offensiva del campano, applaudito insieme all’avversario da tutta la Boni.

Seguici su Facebook

SOSTIENI LA NOSTRA INFORMAZIONE

Per contattare la redazione e per la tua pubblicità su questo sito: redazione@tuttomantova.it