Rapina a mano armata: Polizia ferma un minorenne

12.04.2021 13:12 di Tutto Mantova   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Rapina a mano armata: Polizia ferma un minorenne

Nel fine settimana gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Mantova hanno individuato denunciato un giovanissimo cittadino italiano di 17 anni, incensurato, per il reato di rapina a mano armata ai danni di un ragazzo 16enne.

Al termine delle attività di indagine il giovane criminale, che aveva agito a volto scoperto, era stato riconosciuto, senza ombra di dubbio, dalla vittima e da alcuni testimoni durante l’individuazione fotografica avvenuta negli Uffici della Squadra Mobile di Piazza Sordello.

L’episodio era avvenuto la scorsa settimana, allorquando, mentre la vittima stava passeggiando con alcuni suoi coetanei nella centralissima via Principe Amedeo, veniva avvicinata da un giovane sconosciuto che, improvvisamente, con la minaccia di un coltello, riusciva a rapinarla di 25 euro in contanti.

Gli Investigatori della Polizia di Stato, secondo la nota stampa, dalle analisi dei filmati delle telecamere di sicurezza installate nella zona dell’evento criminale, e tramite lo strumento del riconoscimento fotografico al quale è stata sottoposta la vittima e gli amici che erano presenti al momento della rapina, hanno quindi potuto individuare il 17enne quale autore del gravissimo reato.

Una volta dato un nome ed un volto al rapinatore gli uomini della Questura hanno, pertanto, hanno effettuato una perquisizione domiciliare nell’abitazione di costui ove veniva rinvenuto il coltello utilizzato durante le fasi della rapina.

Per quanto accaduto il 17enne veniva condotto negli Uffici di Piazza Sordello, ove, in considerazione di quanto accaduto, gli Agenti della Squadra Mobile, al termine degli atti di Polizia Giudiziaria provvedevano a denunciarlo a piede libero – in considerazione della trascorsa flagranza di reato – alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia per il reato di rapina aggravata.