Maxi Operazione antidroga GdF-Polizia: in manette un 29enne

27.04.2021 17:07 di Tutto Mantova   Vedi letture
Maxi Operazione antidroga GdF-Polizia: in manette un 29enne

Un’operazione congiunta della Squadra Mobile della Questura e del Nucleo P.E.F. della Guardia di Finanza di Mantova è riuscita a porre fine alla latitanza di un individuo che più volte era riuscito a sottrarsi alla giustizia, infliggendo un duro colpo quell’attività criminale che, secondo l’ipotesi accusatoria, consentiva lo spaccio di sostanze stupefacenti nel Centro del Capoluogo cittadino.

L’attività di polizia, infatti, ha consentito di sequestrare complessivamente circa 1 Kg. di sostanze stupefacenti dalle quali sarebbero state ricavate oltre 5.000 dosi di droga pronte per essere immesse sul mercato locale.

Dopo un rocambolesco inseguimento iniziato nell’appartamento ove il trafficante si era nascosto, proseguito sui cornicioni di alcuni terrazzi e quindi sui tetti di alcune abitazioni del Centro, i poliziotti e i finanzieri sono riusciti a trarre in arresto A. A., cittadino marocchino già ricercato anche per evasione e spaccio di stupefacenti: a nulla è valso il salto nel vuoto tra due abitazioni, a cui hanno assistito molti passanti, con il quale è riuscito a passare da un tetto all’altro, traversando nell’aria la via cittadina.

A.A. – 29enne già ristretto agli arresti domiciliari per altri reati continua la nota delle FF.OO. – si era già dato alla fuga lo scorso 20 marzo nel momento in cui i militari della Guardia di Finanza di Mantova stavano effettuando una perquisizione nella sua abitazione. Nell’occasione, per sottrarsi all’arresto, costui era scappato gettandosi dalla finestra del bagno; inseguito dai militari, era riuscito a far perdere le proprie tracce nelle campagne lungo la linea ferroviaria Mantova-Verona, nonostante le ricerche protrattesi per tutta la notte. Nella circostanza erano stati rinvenuti nella sua abitazione oltre 2 etti di cocaina, 6 etti hashish, 40 grammi di sostanza da taglio, 1.000 Euro in contanti, 3 telefoni cellulari e 2 bilancini di precisione.

Per tali fatti la Procura della Repubblica di Mantova ha richiesto ed ottenuto dal G.I.P. del Tribunale un Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere, in considerazione del concreto pericolo di fuga e di reiterazione del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, in attesa del giudizio.

Nella mattinata di ieri, gli uomini della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza si sono presentati in forze nell’abitazione del centro cittadino sospettata di essere la possibile dimora del ricercato. Durante la estemporanea fuga, tra i tetti e a piedi nudi, il cittadino marocchino si alleggeriva del giubbotto ove, al suo interno, aveva nascosto 235 grammi di hashish, 8 grammi di cocaina e 3.460,00 euro in contanti. Nell’abitazione, poi perquisita, è stato rinvenuto e sequestrato anche un bilancino di precisione.

Il ventinovenne marocchino è stato, pertanto, tratto in arresto anche per la detenzione (ai fini di spaccio) delle sostanze stupefacenti rinvenute nell’indumento di cui si è liberato durante la fuga, oltre che per evasione dagli arresti domiciliari dai quali si era deliberatamente sottratto; nell’occasione, inoltre, gli è stata notificata l’Ordinanza di applicazione di Misure Cautelari Personali emessa dal Tribunale di Mantova, nonché altro provvedimento restrittivo in carcere di aggravamento della pena.

Su disposizione del Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori l’Ufficio Immigrazione della Questura ha immediatamente iniziato le procedure al fine di procedere alla sua espulsione dal territorio nazionale, non appena vi sarà l’esito dei procedimenti giudiziari.

In definitiva la condivisa azione sinergica, in questo caso tra Guardia di Finanza e Polizia di Stato, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Mantova, ha consentito di smantellare un consistente canale di rifornimento e di smercio della droga sul nostro territorio, nonché di dar corso alla esecuzione di provvedimenti di cattura nei confronti di un soggetto ricercato dalle Forze dell’Ordine.