Mantova, ruba cellulare alla fermata del bus: Polizia ferma pregiudicata

22.06.2021 09:07 di Tutto Mantova   vedi letture
Mantova, ruba cellulare alla fermata del bus: Polizia ferma pregiudicata
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nel pomeriggio di sabato 20 scorso giungeva alla Centrale Operativa della Questura la chiamata di soccorso ad una sedicenne che era appena stata rapinata del proprio smartphone alla fermata dell’autobus, da una donna a lei sconosciuta.

Gli Agenti della Squadra “Volante”, intervenuti immediatamente sul luogo segnalato come riporta la nota delle FF.OO., hanno raccolto le prime informazioni fornite dalla giovane, la quale riferiva che poco prima era stata avvicinata da una donna che con un gesto repentino le aveva strappato di mano il cellulare. Al suo tentativo di reagire, anche se solo verbalmente, per tutta risposta veniva presa a schiaffi sul volto dalla rapinatrice, che poi riusciva ad allontanarsi velocemente facendo perdere le proprie tracce.

Gli investigatori della Questura, incaricati di effettuare le indagini e gli accertamenti sulla vicenda, a seguito delle informazioni raccolte ed, in particolar modo, grazie alla dettagliata descrizione della malvivente fornita dalla vittima, nella giornata di ieri sono riusciti ad individuare l’autrice della rapina ed a recuperare il telefono cellulare rubato.

La donna – tale S.V., 36enne pregiudicata per reati quali invasione di edifici e terreni, disturbo della quiete pubblica e false attestazioni a Pubblico Ufficiale –veniva, pertanto, fermata ed accompagnata dai poliziotti presso gli Uffici di Piazza Sordello, ove veniva riconosciuta senza ombra di dubbio dalla vittima della rapina quale autrice del fatto criminale.

S.V., quindi, veniva denunciata alla Procura della Repubblica di Mantova per il reato di rapina, mentre lo smartphone veniva subito riconsegnato alla 16enne rapinata.

Il Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, pertanto, in considerazione dei precedenti penali che risultano a carico a S.V., ha dato disposizioni alla Divisione Anticrimine della Questura di avviare in via d’urgenza il procedimento per l’applicazione a suo carico di Misure di Prevenzione Personali che verranno disposte parallelamente al Procedimento Penale al quale costei verrà sottoposta dalla competente Autorità Giudiziaria.