Mantova, giovane donna perseguitata: "ammonito" 72enne

23.06.2021 17:11 di Tutto Mantova   vedi letture
Mantova, giovane donna perseguitata: "ammonito" 72enne
TUTTOmercatoWEB.com

Il Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori ha emesso, nella giornata di ieri, la Misura di Prevenzione Personale dell’ “Ammonimento” nei confronti di un 72enne mantovano per aver ripetutamente posto in essere atti persecutori nei confronti di una giovane 28enne di origini straniere. Gli episodi di stalking hanno avuto inizio alcuni mesi fa, allorquando la vittima ha iniziato a subire incessanti molestie da un cliente che frequenta il Centro Commerciale dove lavora la ragazza. Da quel momento in poi l’anziano signore ha continuato senza tregua a molestare la vittima, sottoponendola ad una assillante attività persecutoria posta in atto con pesanti e volgari apprezzamenti, enunciati anche in pubblico, sull’aspetto esteriore della vittima, procurandole regali indesiderati, ed obbligandola a subire una pressante e prepotente presenza sul proprio luogo di lavoro, oltre ad una morbosa ingerenza nella sua vita privata. Le attività di stalking si sono susseguite in maniera talmente pressante ed invasiva da rendere la vita impossibile alla giovane vittima, tanto da indurla, esasperata, a cambiare le proprie abitudini di vita al fine di sottrarsi a questa vera e propria persecuzione. Nei giorni scorsi la giovane, che in più occasioni ha dovuto richiedere l’aiuto ad alcuni colleghi per interrompere le azioni moleste del 72enne, non potendo più sopportare la situazione che si era venuta a creare, sempre più gravemente limitativa della propria libertà personale e pesantemente compromissoria del proprio equilibrio psico-fisico – tanto da averla costretta a cambiare radicalmente, come si è detto, il proprio modo di vivere e le proprie frequentazioni, temendo per la propria incolumità e nel vano tentativo di sottrarsi alle iniziative vessatorie del suo aggressore – decideva, esausta, di richiedere l’intervento della Polizia. Il caso è stato, quindi, attentamente vagliato dalla Divisione Anticrimine della Questura di Mantova che, dopo aver effettuato tutti gli accertamenti del caso anche con l’ascolto di alcuni testimoni è riuscita a dare un nome al molestatore. Il Questore Sartori, pertanto, accogliendo l’istanza avanzata dalla vittima, ha emesso in via d’urgenza, nei confronti di costui, un Decreto di Ammonimento, strumento giuridico di natura amministrativa previsto dalla legge che tutela le vittime di maltrattamenti in famiglia e di atti persecutori, con il quale i soggetti destinatari di questa Misura di Prevenzione vengono intimati a cessare immediatamente i propri comportamenti vessatori nei confronti della vittima, venendo contestualmente invitati a rivolgersi ai Centri Psico-Sociali presenti nel territorio di residenza, al fine di ottenere un supporto psicologico nell’ottica di un percorso di ristabilimento di normali e serene relazioni interpersonali. Nel caso di reiterazione di questi comportamenti persecutori, conclude la nota delle FF.OO., il responsabile potrà essere considerato passibile di arresto.