Mantova, due giovani nei guai per possesso sostanze stupefacenti

03.05.2022 12:04 di Tutto Mantova   vedi letture
Mantova, due giovani nei guai per possesso sostanze stupefacenti
TUTTOmercatoWEB.com

Nel corso della settimana la Polizia di Stato ha proseguito i controlli finalizzati a contrastare fenomeni di criminalità diffusa e degrado urbano. Nella giornata di giovedì 28 aprile scorso, veniva effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio – realizzato con l’impiego di personale della Questura e del Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato di Reggio Emilia sottolinea la nota delle FF.OO. – esteso ai Comuni di Bozzolo e di Marcaria ove si è proceduto anche al controllo di locali pubblici e relativi avventori, nonché di veicoli e persone in transito nei predetti comuni. Particolare attenzione è stata riservata, nel corso delle operazioni di controllo, alle aree pubbliche così come a quelle segnalate per essere luogo di attività di spaccio di stupefacenti. Nel corso dei servizi sono state identificate 48 persone e controllati 8 veicoli e sono state effettuate verifiche a 3 esercizi commerciali senza tuttavia riscontare anomalie di sorta.

 

Durante tale servizio, il personale impiegato effettuava un controllo nei confronti di alcuni giovani che sostavano nei pressi della piscina comunale di Bozzolo. Due di questi, gravati da numerosi precedenti soprattutto inerenti agli stupefacenti, all’arrivo del personale di polizia apparivano visibilmente nervosi, e venivano trovati in possesso di una modesta quantità di sostanza stupefacente (hashish e cocaina) per uso personale. Nei confronti dei medesimi si procedeva, quindi, alla contestazione amministrativa ex art. 75 DPR 309/90 ed al sequestro amministrativo della sostanza stupefacente. Le volanti, inoltre, nei giorni scorsi sono intervenute, tra l’altro in due distinti episodi occorsi nel capoluogo e nei Comuni limitrofi. Dapprima deferivano in stato di libertà un giovane per il reato di lesioni personali, poiché sul luogo di lavoro aveva colpito al volto con due pugni un suo collega, cagionandogli una malattia guaribile in 7 giorni.  Poi sempre nella stessa giornata, gli operatori contestavano ad un 52enne di Mantova la violazione amministrativa ex art. 75 D.P.R. 309/90. L’uomo colto da malore, mentre veniva soccorso da personale del 118, consegnava spontaneamente un pezzo di sostanza stupefacente del tipo cannabis pari a 1,03 grammi.