Immigrazione clandestina Mantova, Polizia avvia provvedimenti espulsione

20.05.2021 13:04 di Tutto Mantova   Vedi letture
Immigrazione clandestina Mantova, Polizia avvia provvedimenti espulsione
Nei giorni scorsi, nel corso di una complessaa operazione di Polizia disposta dal Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori finalizzata alla prevenzione ed alla repressione di tutte quelle forme di illegalità che mettono a repentaglio la civile convivenza, l’Ufficio Immigrazione della Questura ha effettuato specifici controlli sulla attualità dei titoli di soggiorno posseduti da cittadini stranieri dimoranti nella nostra Provincia e sottoposti a procedimenti penali per varie tipologie di reato, ovvero coinvolti a vario titolo in attività illegali. Nei confronti di uno di essi – tale A.C.R., cittadino romeno di 36 anni con numerosi precedenti penali tra i quali rapina aggravata, furto aggravato, furto in abitazione, lesioni personali, resistenza a Pubblico Ufficiale, violenza privata aggravata, ricettazione e danneggiamento di informazioni dati e programmi informatici – irregolare sul Territorio Nazionale poiché rientrato in Italia prima del termine di un Provvedimento di divieto di ingresso nel nostro Paese e colpito da Decreto di Espulsione, il Questore Sartori, dopo averne valutato il “curriculum criminale”, ha provveduto ad emettere un Decreto di Accompagnamento immediato alla Frontiera. Nella mattinata odierna, pertanto, A.C.R. è stato scortato dagli Agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura all’Aeroporto di Orio al Serio di Bergamo, ed imbarcato su un volo per Bucarest. Al termine delle attività di Polizia, rientranti, come si è detto nella nota delle FF. OO., nella più complessa strategia di prevenzione dei reati in genere, il Questore ha adottato i seguenti altri provvedimenti: • 5 Decreti di allontanamento dal Territorio Nazionale nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari presenti illegalmente nel nostro Paese, con intimazione ad uscire dall’Italia nel termine perentorio di 7 giorni; • 23 Revoche di Permesso di Soggiorno nei confronti di cittadini extracomunitari già in possesso di validi Titoli di soggiorno ma che, per vari motivi – tra i quali quello di aver commesso reati di diversa tipologia, ostativi al proseguo della loro regolare permanenza in Italia – si è resa necessaria la revoca dei Permessi di Soggiorno, con intimazione a lasciare entro 15 giorni il nostro Territorio Nazionale. “Dopo mesi di difficoltà organizzative dovute alla sospensione dei collegamenti aerei con la gran parte dei Paesi stranieri, oggi è stato possibile riprendere in via ordinaria le operazioni di rimpatrio con accompagnamento verso i Paesi di provenienza di soggetti stranieri pericolosi, con a proprio carico precedenti penali ovvero di Polizia – ha evidenziato il Questore Sartori –. Queste operazioni straordinarie di controllo del territorio sono finalizzate a prevenire che in aree urbane che più di altre appaiono potenzialmente inclini a divenire luoghi di degrado, possano rappresentare ritrovo abituale di individui dediti alla commissione di reati, spesso privi del necessario titolo per soggiornare in Italia, e ad evitare che costoro, con i loro comportamenti, possano generare un grave allarme sociale e compromettere la civile convivenza”.