Droga, maxi sequestro Provincia Mantova: bloccato Tir spagnolo

08.10.2021 17:10 di Tutto Mantova   vedi letture
Droga, maxi sequestro Provincia Mantova: bloccato Tir spagnolo
TUTTOmercatoWEB.com
Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Mantova, congiuntamente ai colleghi della volante, hanno portato a termine una operazione di Polizia finalizzata alla prevenzione e alla repressione del traffico internazionale di droga, che ha consentito di individuare un T.I.R. con targa spagnola, diretto nella nostra Provincia in uscita dal Casello autostradale di Mantova Nord, con occultati al suo interno circa 3 quintali di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di lunedì scorso gli Agenti della Squadra Mobile e della “Volante”, notando il T.I.R. in sosta con il motore acceso, insospettiti dal singolare e sospetto fetore del carico, procedevano ad una minuziosa perquisizione personale e veicolare. Gli investigatori, nel corso dell’operazione di Polizia, riuscivano a rinvenire ed a sequestrare un quantitativo di hashish del peso complessivo di 280 Kg. Lo stupefacente, ritrovato all’interno della cella frigo del rimorchio, era occultato tra oltre 20 tonnellate di cipolle, confezionato in sacchetti di cellophane sottovuoto di circa 100 grammi ciascuno, pronta per essere immessa sul mercato nazionale. Si tratta del più grosso sequestro di hashish mai avvenuto nella Provincia di Mantova. Al termine delle operazioni di Polizia l’autista veniva tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti a disposizione della Procura della Repubblica di Mantova, che sta coordinando le indagini della Squadra Mobile e dopo essere stato accompagnato presso gli Uffici di Piazza Sordello per il foto-segnalamento da parte del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica e per l’esecuzione delle necessarie attività di Polizia Giudiziaria era quindi trasferito presso la Casa Circondariale di Mantova. Nella giornata odierna, si legge nella nota delle FF.OO., presso il Tribunale di Mantova, avrà luogo l’udienza di convalida dell’arresto. Sono tuttora in corso attività investigative, da parte della Squadra Mobile e della Procura della Repubblica, volte alla individuazione di elementi utili al fine di ricostruire la vicenda.