Castiglione, Pace stende il Pizzighettone

19.09.2011 07:23 di Matteo Bursi  articolo letto 13782 volte
Fonte: Ufficio Stampa Sterilgarda Castiglione
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Castiglione, Pace stende il Pizzighettone

FC STERILGARDA CASTIGLIONE – PIZZIGHETTONE 1 – 0

FC Sterilgarda Castiglione:
Iali, Borghetti (dal 70’ Mor), Tamini, Sandrini, Ferretti Tognassi, Longo (dal 76’ Ruffini), Arioli, Girometta, Pace (dall’88’ Mazzali), Manzoni.
Altri a disposizione: Boari, Vezzoli, Mazzola, Lonighi.
Allenatore sig. Roberto Crotti

Pizzighettone:
Bertani, Davini, Marinoni (dal 72’ Soregaroli), Selvatico, Goldaniga, Scietti, Brandi, Tacchinardi, Chiurato (dal 60’ Marchesetti), Miftah, Felline (dal 78’ Mancuso).
Altri a disposizione: Milanesi, Barbaglio, Bellani, Pantaleoni.
Allenatore sig. Paolo Bertani

Arbitro il sig. D’Apice di Arezzo, coadiuvato dal sig. Stocchi di Arezzo e Li Volsi di Firenze.
Marcatore: Pace al 76’.

Ammoniti: Borghetti, Ferretti, Longo, Pace; Goldaniga, Felline.
Calci d’angolo: 4 a 2 per lo Sterilgarda Castiglione
Recupero: 1’ (I) e 4’ (II)
Spettatori: oltre 400.
NOTE: giornata autunnale, pioggia leggera ma continua. Terreno in buone condizioni.

Tre portate, tre sapori, tre punti, tre vittorie. Nel segno del tre, arriva la terza vittoria consecutiva dello Sterilgarda Castiglione alla terza di campionato, nella terza domenica di settembre. Quasi quasi, ci spiace dover passare ad un altro numero.

Scherzi a parte, la Castiglione sportiva si gode in questi momenti un primato in classifica esaltante, che dà entusiasmo non solo a società e calciatori, ma anche (se non soprattutto) alla tifoseria: oltre 400 le presenze oggi al Lusetti, nonostante il maltempo. La cittadinanza ha risposto in maniera egregia all’appello lanciato in settimana, con la promozione-ingresso per i genitori dei giovani atleti del settore giovanile.
Un vero boato ha accompagnato la rete di Pace, al primo gol stagionale su una punizione  da battersi la mano sul cuore: tiro a tre dita (ovviamente, tre) con un giro bellissimo sul sinistro basso del portiere, che nulla ha potuto. Un colpo da categoria superiore, di quelli che restano negli occhi e nel cuore per parecchio tempo. Un boato dicevamo, perché la gara era tirata e sofferta ed un arcigno Pizzighettone, pur senza mai essere realmente pericoloso, non concedeva nulla in più di una occasione sbagliata o di un palo (di Arioli, con una staffilata dai trenta metri) agli uomini di mister Crotti. Sembrava uno di quei match stregati, preludio di sofferenze. Ed invece, che sia questa una stagione … diversa lo si vede da quella zolla di terreno che si alza al calcio di Pace e che sembra sospingere, insieme al respiro dei 400 rossoblu in tribuna, la palla verso la rete. In altri tempi non sarebbe accaduto, ma oggi sì. E ce lo prendiamo tutto questo momento, ce lo godiamo a pieno.
L’appuntamento è ravvicinato questa settimana: turno infrasettimanale a Fidenza, mercoledì 21 alle 16. Non c’è mai riposo per chi lotta, e vince.