Giudice sportivo: 1.500 euro di multa al Mantova e ammonizione per il massaggiatore Croci

Giudice sportivo: 1.500 euro di multa al Mantova e ammonizione per il massaggiatore Croci
25.04.2017 10:06 di Matteo Bursi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tuttolegapro.com
© foto di Giuseppe Scialla
Giudice sportivo: 1.500 euro di multa al Mantova e ammonizione per il massaggiatore Croci

Giudice sportivo: 1.500 euro di multa al Mantova e ammonizione per il massaggiatore Croci. Ecco nel dettaglio le decisioni.

AMMENDE:
€ 3.000,00 U.S. VIBONESE CALCIO S.R.L. per comportamento gravemente antisportivo in quanto, con la propria squadra in vantaggio nel risultato, venivano rallentate le operazione di restituzione dei palloni da parte dei raccattapalle; inoltre, in due occasioni, veniva lanciato in campo un pallone a gioco in svolgimento, costringendo l’arbitro ad interrompere il gioco (r.cc. e proc.fed.).
€ 1.500,00 U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 S.R.L. per comportamento gravemente antisportivo in quanto, con la propria squadra in vantaggio nel risultato, venivano rallentate le operazione di restituzione dei palloni da parte dei
raccattapalle.
€ 1.500,00 U.S. LECCE S.P.A. perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere un petardo di notevole potenza lanciandolo sul terreno di gioco, senza conseguenze (r.cc. e proc. fed.).
€ 1.500,00 MANTOVA F.C. S.R.L. perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore alcuni petardi di notevole potenza, senza conseguenze (r.cc. e proc. fed.).
€ 1.000,00 F.C. FORLI S.R.L. perché propri sostenitori durante la gara intonavano un coro offensivo verso l’istituzione calcistica (r.cc.).
€ 1.000,00 A.C. GUBBIO 1910 S.R.L. perché propri sostenitori durante la gara intonavano un coro offensivo verso l’arbitro (r.proc.fed.).
€ 500,00 S.S. AKRAGAS CITTA’ DEI TEMPLI S.R.L. per aver provocato ritardo sull’orario d’inizio della gara.
€ 500,00 CATANZARO CALCIO 2011 S.R.L. perché propri sostenitori in campo avverso, durante la gara, lanciavano sul terreno di gioco una bottiglietta piena d’acqua e una bandierina, senza conseguenze.
€ 500,00 COSENZA CALCIO S.R.L. per aver provocato ritardo sull’orario d’inizio della gara.
€ 300,00 TARANTO F.C. 1927 S.R.L. perché propri tesserati danneggiavano la porta dello spogliatoio a loro riservato (obbligo risarcimento danni, se richiesto, r.cc. e proc. fed.).

DIRIGENTI:
INIBIZIONE FINO AL 30 SETTEMBRE 2017:
CECCHETTI ANTONIO (A.S. GUBBIO 1910 S.R.L.) per gravi e reiterate offese rivolte all’arbitro durante la gara (espulso, sanzione aggravata per la qualifica di dirigente addetto all’arbitro).

INIBIZIONE FINO AL 31 MAGGIO 2017:
GIANNI ANDREA (S.S. SAMBENEDETTESE S.R.L.) per comportamento offensivo verso l’arbitro al termine della gara negli spogliatoi.

AMMONIZIONE:
CIGNARALE GERARDO (A.S. MELFI S.R.L.) per comportamento non regolamentare durante la gara (espulso).
CALIFANO GIANNI (A.C. PRATO S.P.A.) per comportamento non regolamentare durante la gara (espulso).

ALLENATORI:
SQUALIFICA PER TRE GARE EFFETTIVE:
SANDERRA LUCA (S.S. SAMBENEDETTESE S.R.L.) per comportamento offensivo verso l’arbitro negli spogliatoi al termine della gara.

AMMONIZIONE:
MAGI GIUSEPPE (A.S. GUBBIO 1910 S.R.L.) per proteste verso l’arbitro durante la gara (espulso).
BROCCHI NADIR (A.C. LUMEZZANE S.P.A.) per proteste nei confronti della terna arbitrale durante la gara (espulso).
FOSCHI LUCIANO (A.C. RENATE S.R.L.) per reiterate proteste nei confronti della terna arbitrale durante la gara (espulso, r.A.A.).
MARCOLINI MICHELE (S.S. SAMBENEDETTESE S.R.L.) per comportamento non regolamentare in campo durante la gara (espulso).

MASSAGGIATORE:
AMMONIZIONE:
CROCI MARCELLO (MANTOVA F.C. S.R.L.) per comportamento non regolamentare in campo durante la gara (espulso).