Serie A. Buono il rientro di Juric alla guida del Genoa, 2-2 con la Lazio: "Ottima partita contro una grande squadra"

Serie A. Buono il rientro di Juric alla guida del Genoa, 2-2 con la Lazio: "Ottima partita contro una grande squadra"
 di Matteo Bursi Twitter:   articolo letto 53 volte
Fonte: Genoanews1893.net
© foto di Federico Gaetano
Serie A. Buono il rientro di Juric alla guida del Genoa, 2-2 con la Lazio: "Ottima partita contro una grande squadra"

Ivan Juric è soddisfatto soprattutto per come la squadra si è approcciata alla partita contro la Lazio: "Abbiamo disputato un'ottima partita contro una grandissima squadra con valori nettamente superiori ai nostri. Hanno tutti Nazionali veramente forti ma i miei ragazzi sono stati bravi, coraggiosi. Mi dispiace un po' di aver subito il pareggio nel finale di gara. Ho anche un po' di rammarico per l'ultima palla gol che mi sembrava già dentro. Alla fine però il pareggio mi sembra tutto sommato giusto".

Ma cosa è cambiato nel Genoa da una settimana all'altra? "Siamo tornati a lavorare normalmente, lavorando soprattutto sulla testa. I giocatori sono stati in settimana molto concentrati e hanno fatto bene i vari esercizi. Mi hanno dimostrato che possono fare bene". Che finale di campionato? "Per loro le prossime gare devono essere delle finali. Devono eliminare la brutta immagine che hanno dato nelle precedenti sfide. Devono mettere in mostra anche a livello calcistico il cuore e far vedere che sono dei giocatori di calcio. L'atteggiamento loro in questo finale deve esser come quello di oggi".

Prosegue il tecnico Juric: "Ho avuto difficoltà nel mese di gennaio, poi squadra sembrava reagire bene sino al crollo di Pescara. Sono convinto che loro ci sono, li avevo visti bene in settimana. E oggi lo hanno dimostrato" Due parole sul pubblico: "Bene il pubblico, anche la squadra ha trascinato i nostri tifosi. Giocando a Marassi i giocatori hanno bisogno di queste cose. Il pubblico ha fatto il primo passo rispetto a noi e ci ha dato una grande mano". Supporter che hanno effettuato una grande ovazione al tecnico al momento del suo allontanamento dal campo. "Fa piacere".

Prossima gara a Torino, casa Juventus. "Lavoreremo per far bene. Tutto il gruppo di questi giocatori hanno l'obbligo di presentarsi al meglio alle prossime gare". Su Pandev: "Ha fatto bene, segnato un gol. Peccato per quello che non ha realizzato nel finale. Io avevo visto la palla già dentro. Ha fatto mezzora a grandi livelli". Sul suo allontanamento: "Ho sbracciato un po'. Normale che sia un po' esaurito. HO avuto una reazione scomposta".

Sui sette minuti di recupero sono stati dati: "Perchè mancava il pallone per battere una punizione. Poi se al settimo minuto segnamo noi allora facciamo i complimenti all'arbitro", Sensazioni? "Sono stanco ma contento. Stare fuori a guardare è una sensazione bruttissima. Vedere squadra in settimana e poi una sfida del genere mi rende di orgoglio".

Sul suo rientro: "Hanno vinto quelli che mi volevano rispetto a quelli che non volevano il mio ritorno. Per me un onore essere nuovamente qui. Vivo qui, sono stato un ex Genoa, per me è bello esser di nuovo qui". 

Simone Inzaghi è arrabbiato pe ril pareggio: "Due punti persi che bruciano. A parer mio, per gioco e occasioni, dovevamo vincere. Il Genoa ha fatto un'ottima partita di cuore non regalandoci nulla. Noi siamo stati un pochino poco cattivi in zona gol. Abbiamo sbagliato qualche gol di troppo che poteva permetterci vincere la partita. Ci son stati poi tre episodi da rigore, c'era rigore ed espulsione di Burdisso sul fallo commesso su Parolo e poi un altro paio di rigori. Capita ai giocatori e agli allenatori di avere giornate storte. Siamo stati molto danneggiati però non dobbiamo però trovare alibi".