LE MINORANZE SPARANO A ZERO SU PALAZZI: "CON PARAMETRI COMPARATI AVREBBE VINTO MARAI, SCELTA DEL PRESIDENTE FIGLIA DELLA POLITICA E DEL PD"

LE MINORANZE SPARANO A ZERO SU PALAZZI: "CON PARAMETRI COMPARATI AVREBBE VINTO MARAI, SCELTA DEL PRESIDENTE FIGLIA DELLA POLITICA E DEL PD"
 di Matteo Bursi Twitter:   articolo letto 1290 volte
LE MINORANZE SPARANO A ZERO SU PALAZZI: "CON PARAMETRI COMPARATI AVREBBE VINTO MARAI, SCELTA DEL PRESIDENTE FIGLIA DELLA POLITICA E DEL PD"

LE MINORANZE SPARANO A ZERO SU PALAZZI: "CON PARAMETRI COMPARATI AVREBBE VINTO MARAI, SCELTA DEL PRESIDENTE FIGLIA DELLA POLITICA E DEL PD". Conferenza stampa agitata in Comune a Mantova, con i consiglieri di minoranza Longfils, Baschieri, Cappellari e Grandi a criticare aspramente il sindaco di Mantova Palazzi sulla scelta della cordata Di Tanno-Penta per il titolo sportivo della città.

"Con parametri comparati e applicando il metodo usato dal Comune di Como, il titolo sportivo sarebbe stato da assegnare alla cordata di Marai. Ci troviamo di fronte a una scelta del sindaco senza motivazioni. Probabilmente l'aver potuto concordare il presidente ha agevolato Di Tanno. Bortolini è un funzionario Pd, consigliere comunale a Suzzara e presidente di Mantova Ambiente. La politica è entrata a piedi pari nel calcio come mai nella storia". Queste alcune delle dichiarazioni dei consiglieri, che attaccano il sindaco.