DE SANCTIS RIAPRE A CARIDI, MA SENZA RICATTI. "NON SI FACCIA ATTRARRE DA CHI DESTABILIZZA ED E' SCAPPATO DA MANTOVA"

DE SANCTIS RIAPRE A CARIDI, MA SENZA RICATTI. "NON SI FACCIA ATTRARRE DA CHI DESTABILIZZA ED E' SCAPPATO DA MANTOVA"
 di Matteo Bursi Twitter:   articolo letto 788 volte
Fonte: Comunicato Ufficiale Mantova Fc
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
DE SANCTIS RIAPRE A CARIDI, MA SENZA RICATTI. "NON SI FACCIA ATTRARRE DA CHI DESTABILIZZA ED E' SCAPPATO DA MANTOVA"

Con una nota ufficiale il Presidente del Mantova Marco C. De Sanctis puntualizza il proprio punto di vista sulla “vicenda Caridi”.

“Stiamo lavorando senza sosta per rispettare tutte le scadenze e poter regolarmente iscrivere la squadra al prossimo campionato di Lega Pro, è così sarà fatto. Non è stato facile, perché abbiamo avuto poco sostegno dal territorio, ma siamo ad un passo da ciò che più conta. Stiamo aprendo i negoziati con i giocatori più giovani dell’attuale rosa che riteniamo indispensabili per un programmazione nel medio termine con annessa possibilità di patrimonializzazione, ed assicuro ai tifosi che la squadra sarà di livello.

Sulla “vicenda Caridi” vorrei una volta per tutte puntualizzare la mia posizione anche per chiarezza nei confronti dei tifosi: nonostante non mi siano piaciuti alcuni atteggiamenti, considero Tano un tassello importante per questa squadra e per questa piazza. sono assolutamente disponibile a parlare e programmare con lui, aprendo i negoziati per prolungare il suo contratto in scadenza a fine Giugno. Non accetto tuttavia di esser ricattato sotto il profilo delle date e sono infastidito che proprio gli ex soci del Mantova, dopo aver depauperato le casse societarie ed aver ampliato il monte debitorio, stiano così alacremente cercando di strappare al Mantova un giocatore così importante. Non capisco inoltre tutta questa fretta di Serafino Di Loreto e del suo collaboratore Musso nel voler chiudere la trattativa, visto che il mercato non aprirà i battenti prima del 1 Luglio ed il suo Rezzato è ben lontano dall’inizio della stagione nel campionato DILETTANTI.

Mi auguro che Caridi non si lasci attrarre da un atteggiamento, atto alla destabilizzazione, ordito da personaggi che da Mantova sono scappati lasciando pesanti eredità debitorie con annesso malumore generale.