CARRASCO ILLUDE, POI IL CAMPODARSEGO NE FA 4. STOP PER IL MANTOVA

 di Matteo Bursi Twitter:   articolo letto 262 volte
Fonte: Ufficio Stampa Campodarsego
Foto Campodarsego
Foto Campodarsego

Il Campodarsego ritrova la vittoria confermando la legge del ‘Gabbiano’, batte 4-2 il Mantova superandolo in classifica e torna secondo nel girone C, subito dietro Arzignano e Vecomp. Dopo il vantaggio virgiliano segnano Aliù, Michelotto e Caporali, Suriano accorcia le distanze ma Kabine, nel finale, chiude il match.
Il primo tempo vive su ritmi abbastanza bassi, con qualche lampo dei biancorossi. Le prime occasioni, con Pietribiasi e Aliù, non spaventano Lazarevs, e così pure il destro da fuori area di Palma, che non trova lo specchio della porta di Pirana. Dopo la punizione di Radrezza, al 24′, che trova Lazarevs pronto sul primo palo, Carrasco al 25′ prova la percussione in area, ma calcia alto. Il gol arriva al 39′, ed è mantovano: Campodarsego sorpreso dallo schema da calcio piazzato, Palma crossa al centro dove Carrasco è libero di battere a rete. Dopo la parata di Pirana su un altro tentativo di Franchini, al 44′ arriva il pareggio: Radrezza lancia in profondità Aliù, che con lo stop a seguire supera Conti e sigla l’1-1 sull’uscita di Lazarevs. Dopo l’intervallo è un altro Campodarsego: non passano nemmeno 2′, Aliù va via sulla destra e mette al centro, dove Michelotto insacca il gol del sorpasso. Al 10′ Lazarevs deve metterci il corpo, per deviare il destro di Ndoj, ma dal corner susseguente la palla arriva al limite a Caporali, che la controlla e la spedisce col destro all’angolino basso: è 3-1. Cioffi ridisegna il Mantova con ben quattro sostituzioni e passa al 4-2-4, e al 26′ trova l’episodio per riaprire la gara: il tiro di Correa viene deviato e finisce sul braccio di Radrezza, l’arbitro assegna un rigore dubbio e Suriano spiazza Pirana. La gara si accende: Lazarevs con un miracolo toglie da sotto la traversa il colpo di testa di Ndoj, Kabine non trova la porta da pochi passi, Michelotto va ancora in rete (ma l’arbitro annulla per fuorigioco), Felici sfiora il pari di testa ma non trova lo specchio. Al 40′ ancora Campodarsego pericoloso: Kabine porta a spasso la difesa, ma poi calcia e colpisce la parte alta della traversa. Gara chiusa al 42′, quando Palma stende Caporali in area, e dal dischetto Kabine non sbaglia: finisce 4-2, dopo una grande prestazione dei biancorossi.

CAMPODARSEGO-MANTOVA 4-2
CAMPODARSEGO (3-4-3): Pirana; Dario, Leonarduzzi, Colman Castro; Caporali, Trento, Radrezza, Ndoj; Aliù, Pietribiasi (30′ st Kabine), Michelotto (45′ st Beccaro).
A disposizione: Ballin, Zanon, Bentan, Dalla Vedova, Menale, Coppola, Nalesso.
Allenatore: G. Fonti.
MANTOVA (3-5-2): Lazarevs; Moi, Conti (13′ st Felici), Ferraro; Baldinini (13′ st Suriano), Palma, Correa, Franchini (13′ st Omohonria), Riccò; Debeljuh (13′ st Speziale), Carrasco.
A disposizione: Lombardo, Camara, Pernigotti, Arabia, Saccavino. 
Allenatore: R. Cioffi.
Arbitro: Giordano di Novara (Lazzaroni-Lamannis).
Reti: 39′ pt Carrasco, 44′ pt Aliù; 2′ st Michelotto, 10′ st Caporali, 26′ st rigore Suriano, 42′ st rigore Kabine.
Note: ammoniti Conti, Ferraro, Dario, Omohonria, Pirana per gioco scorretto; Speziale e Pietribiasi per reciproche scorrettezze. Angoli 4-6. Recupero 2′ e 3′. Spettatori 650 circa, di cui 120 provenienti da Mantova.