Tennistavolo. A1 maschile, Castel Goffredo vola in finale con Rech Daldosso decisivo

Tennistavolo. A1 maschile, Castel Goffredo vola in finale con Rech Daldosso decisivo
22.04.2017 11:04 di Matteo Bursi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa FITET
Tennistavolo. A1 maschile, Castel Goffredo vola in finale con Rech Daldosso decisivo

Tennistavolo. A1 maschile, Castel Goffredo vola in finale con il mantovano Marco Rech Daldosso a risultare decisivo. Anche nel match di ritorno delle semifinali playoff il Calzitaly Castel Goffredo ha dovuto inseguire il Cral Comune di Roma. Rispetto al pareggio del primo match è andata però meglio, perché i ragazzi allenati da Alfonso Laghezza si sono imposti per 4-2 e sono approdati alla finale.

Ha iniziato Paolo Bisi, superando per 3-1 Zhao Daming e dopo di lui Federico Pavan ha rimontato e battuto per 3-1 Luca Bressan. A guidare il recupero dei padroni di casa è stato Marco Rech Daldosso, che ha prevalso per 3-0 su Nicola Di Fiore. Zhao ha riscattato il primo passo falso, confermando di trovarsi a suo agio contro Pavan (3-1). Rech ha effettuato il sorpasso, battendo per 3-2 Bisi, e Bressan, come già all'andata, ha conquistato l'ultimo punto, questa volta ininfluente, su Pavan (3-1). Un secondo pareggio avrebbe forse rispecchiato meglio i valori in campo.

Coach Laghezza ammette di aver temuto in panchina:«Non ero per nulla tranquillo dopo il primo incontro. La situazione si è fatta subito dura per noi, avendo il cinese giocato una delle peggiori gare della stagione. Sappiamo che soffre Bisi, che lo aveva già battuto in regular season e nell'andata di questi playoff aveva sfiorato il bis. Bressan ha giocato abbastanza bene con Pavan, anche se ha perso delle grandi occasioni, avendo avuto una chance nel secondo set per andare 2-0 e ben tre nel terzo per salire 2-1. Avrebbe insomma potuto andare diversamente, poi lui in generale contro Federico non si trova bene. Sullo 0-2 Marco ci ha dato la scossa e il cinese ha sconfitto agevolmente Pavan, pur perdendo un set. Il singolare decisivo è stato quello fra Rech e Bisi. Marco ha giocato bene i set che ha vinto e non ha proprio giocato gli altri. È tutto l'anno che va avanti con questi alti e bassi all'interno della stessa partita. Meno male che questa sera ne è venuto fuori allo sprint, tirando anche dei bei colpi e giocando nel modo giusto nei momenti determinanti. Sul 3-2 ormai eravamo tranquilli e Luca ha fatto il suo: doveva vincere ed è riuscito nel suo intento. Non è neanche facile, perché a obiettivo raggiunto, rischia di calare la concentrazione. Lui invece è stato bravo, questi sono match importanti da vincere per il morale. Sapevamo che sarebbe stato impegnativo per noi passare questo ostacolo, perché eravamo la squadra che aveva qualcosa da perdere. In finale sarà diverso, sarà una sfida aperta e mille fattori potranno girare a nostro favore».