Tre partite, Una stagione

Editoriale del direttore di TuttoMantova
20.01.2010 09:35 di Matteo Bursi   Vedi letture
© foto di Matteo Bursi
Tre partite, Una stagione

In tre partite, tutte consecutive in casa, il Mantova si gioca tutto. In tre partite si può rimettere in sesto una stagione e riprendere in mano la speranza concreta di raggiungere la salvezza, anche attraverso i playout, oppure abbandonare ogni sogno di gloria. Il calendario giocherellone propone un insolito tris interno contro Frosinone, Crotone e Ascoli. Ciociari e bianconeri, dopo un periodo di flessione, sono tornati a livelli di forma notevoli, specie gli uomini di Pillon, mentre i rossoblù diretti concorrenti per la zona salvezza arrivano da un difficile momento. Tre gare in cui gettare il cuore oltre l'ostacolo, tre gare da vincere. Non è tempo di tabelle, ma se l'Aciemme non dovesse uscire con un minimo di sei punti (inteso, ovvio, che la partita contro il Crotone di Lerda non si può perdere) allora la situazione si farà davvero grigia.

Dal 23 gennaio al 6 febbraio Michele Serena e la sua truppa si giocheranno tantissimo. Alla conclusiva partita del trittico interno sarà, allora sì, tempo di tabelle e previsioni. Perché ora è il momento di fare la corsa su alcune squadre in particolare (Cittadella, Crotone, Gallipoli, Piacenza e perché no Reggina e Padova), ma soprattutto è il momento in cui aggiustare definitivamente la macchina. Non è più concepibile passare dalla fuoriserie usata contro l'Ancona all'utilitaria scalcinata vista al Nereo Rocco. Non sono più ammesse defiance evitabili, passaggi a vuoto come quelli fragorosi contro Albinoleffe, Padova e Cittadella pesano come macigni in una già complicata stagione. 

In attesa di una punta e magari di qualche altra novità dal mercato che, con tutta probabilità, non arriveranno prima delle ultimissime ore della sessione invernale, Serena dovrà infondere tranquillità e fiducia in una squadra ancora troppo altalenante.