Il momento è decisivo

Editoriale del direttore di TuttoMantova
13.01.2010 14:40 di Matteo Bursi   Vedi letture
© foto di Matteo Bursi
© foto di Matteo Bursi

L'inizio d'anno riservava al Mantova di Michele Serena due prove non propriamente agevoli, quantomeno sulla carta. Prima si doveva andare a far visita al Torino, corazzata della cadetteria ferita da un 2009 non appagante, con tutto il carico di ricordi che quella trasferta comportava e poi - quattro giorni dopo - di scena al Martelli contro una delle squadre più in forma e certamente la grande rivelazione dell'anno: l'Ancona del bomber Mastronunzio.

E l'inizio del 2010 ha portato sorrisi a Mantova. Il pareggio in extremis di Davide Carrus all'Olimpico di Torino non ha rivoluzionato la classifica ma ha costruito una bella fetta di morale, vista anche l'ottima prestazione offerta in Piemonte. Sabato scorso poi, battendo con merito l'Ancona per 2-0, l'Aciemme guidata da Michele Serena ha cominciato a rivedere la luce in fondo al tunnel.

Certo è solo l'inizio, la sensazione è che ci troviamo ora nel momento decisivo per Notari e compagni. La condizione fisica è ottima, il morale ritrovato, adesso contano i risultati. La gara di Trieste, con il cumulativo revival di ex giocatori e mister (Godeas, Sedivec e Somma), si presenta - paradossalmente - come una trasferta ancor più delicata di quella di Torino. In palio ci saranno punti pesanti, dato che gli alabardati sono anch'essi immischiati controvoglia nelle secche di fondo classifica. Ma soprattutto per il Mantova si tratterà di una prova del nove (sicuramente non l'ultima) nelle cruciali sfide contro le dirette concorrenti.

Dal match contro la Triestina si aspettano risposte in tal senso, l'Aciemme sinora non ha particolarmente brillato contro le squadre di bassa classifica: una sola la vittoria ottenuta contro le rivali, a Piacenza. Come a Piacenza, Michele Serena potrà contare praticamente sulla rosa quasi al completo e quando i biancorossi non hanno pagato troppe assenze spesso si sono degnamente comportati.

La rotta è stata leggermente invertita, da Trieste vedremo se la squadra potrà davvero risalire la china. Alla trasferta in Friuli Venezia Giulia seguiranno poi tre gare consecutive al Martelli, due delle quali (Crotone e Ascoli) avranno anch'esse come tema dominante la lotta per la permanenza in Serie B. Il momento, dunque, è più che mai decisivo.