Da Trento all'Olginatese per accelerare

Editoriale del direttore di TuttoMantova.it
04.02.2011 09:00 di Matteo Bursi   Vedi letture
© foto di mb / Tuttomantova.it
Da Trento all'Olginatese per accelerare

All'andata fu il momento determinante. Ripetersi nel girone di ritorno significherebbe mettere in ghiaccio il primo posto. La vigilia della sfida al Trento rievoca le opposte sensazioni di un girone fa. Serve, come allora, una scintilla (la accese il gioiello Stefano Franchi) per lanciare ancora più in alto il Mantova di Archimede Graziani. La compagine biancorossa viaggia in prima posizione proprio dalla vittoria dell'andata contro gli aquilotti, eppure è vietato considerare la promozione un traguardo vicino. Le tre gare che attendono Spinale e compagni (dopo la trasferta al Briamasco, si affronteranno Caratese e Olginatese) possono fornire l'accelerata decisiva per il tanto auspicato ritorno tra i professionisti. 
La stagione ha raccontato fin qui di una squadra attrezzata e solida, 1 sola sconfitta (peraltro rocambolesca) in 22 gare e mai un passo falso negli scontri diretti, ma che finora non è riuscita ad ammazzare il campionato. Gli avversari sino a qui non sono sembrati in grado di assicurare ritmi tali da impensierire concretamente la posizione della squadra virgiliana, proprio per questo il Mantova è ora chiamato a sfruttare il calendario ancora morbido (poi seguirà un piccolo tour de force con le sfide alle dirette inseguitrici) per incrementare il divario sul Voghera e le altre. 
E' il passaggio determinante della stagione di Serie D per il Mantova della ripartenza, non fallirlo significherebbe poter guardare con serenità e concretezza alla prossima stagione, in Lega Pro, con il dolce intermezzo della celebrazione del centenario del glorioso club virgiliano.