Dino Zoff

Indimenticabile campione del mondo nel Mundial 1982
24.03.2011 06:00 di Matteo Bursi   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Dino Zoff

Dino Zoff, il suo nome non ha bisogno di presentazioni. Tra i portieri più importanti della storia del calcio e della nazionale italiana, indelebilmente legato alla figura di Enzo Bearzot e al Campionato del Mondo di Spagna 1982. Zoff (friulano classe 1942) fa il suo esordio tra i professionisti con la maglia dell'Udinese nel 1961. Nell'estate del 1963 Dino Zoff è ingaggiato dal Mantova, nell'ambito dello scambio che porta in Friuli Del Negro. E' in riva ai laghi che la carriera di Zoff prende la via della leggenda. La prima partita della stagione 1963/4 vede il Mantova soccombere contro il Milan, il portiere titolare designato Santarelli espulso. Lì nasce l'epopea di Dino Zoff. Sarà titolare inamovibile della porta biancorossa per quattro stagioni. 131 presenze nel Mantova e poi nell'estate del 1967 va al Napoli. In azzurro rimane cinque stagioni, poi la Juventus. Con i bianconeri Zoff scrive la storia: 6 scudetti dal 1972 all'82, due Coppe Italia e una Coppa Uefa. Il suo nome come detto rimane legato alla maglia della nazionale. 112 presenze in azzurro (superato di recente solo da Maldini e Cannavaro) e due titoli da leggenda. Il campionato Europeo del 1968 (tuttora l'ultimo vinto dalla nazionale italiana) e soprattutto l'indimenticabile Mondiale dell'82. Solleva la Coppa del Mondo a 40 anni e quell'immagine è tuttora scolpita nella memoria di tutti gli sportivi italiani. Ha alle spalle anche un'importante esperienza da allenatore (Juventus, Lazio, Fiorentina e non poteva mancare l'Italia, con la quale sfiorò il titolo di campione europeo nel 2000).

 

Dino Zoff nel Mantova
debutto nel Mantova: 1963. Bari-Mantova 0-0.
1963/1964 Mantova (A) 27 0
1964/1965 Mantova (A) 32 0
1965/1966 Mantova (B) 38 0
1966/1967 Mantova (A) 34 0
  totale 131 0

 

 

 

 

© Ricerca storica effettuata da TuttoMantova.it. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza indicare la fonte TuttoMantova.it e senza richiedere l'autorizzazione alla redazione.